Lo desidero, lo voglio, lo voto e me lo prendo. Nuova frontiera, Marketing oriented estremo o frutto del nuovo divismo?


21 Apr
21Apr

Il fenomeno del divismo nasce intorno agli anni 20 con lo sviluppo vertiginoso dell'industria culturale d'oltreoceano. Il cinema di hollywood, la cultura musicale e il boom economico del dopoguerra hanno accelerato il processo di creazione mitopoietica attorno alle celebrità. Nascono gli stili che spesso vengono accostati ai divi che ne hanno dettato le caratteristiche e prendono vita attorno a questi personaggi linee di merchandising create ad hoc. Elementi distintivi, action figure, magliette e cappellini con l'effige del personaggio del momento si susseguono definendo e dettando le tendenze da seguire. Elvis Presley e Marilyn Monroe indubbiamente rappresentano delle icone immortali che da sole spiegano il fenomeno che ancor oggi sopravvive seppur con le dovute differenze dettate dal periodo in cui viviamo. Persone, artisti, celebrità che attraverso il proprio charme diventano immortali, riuscendo ad influenzare intere generazioni cresciute al cospetto del loro mito. Oggi le tecniche di marketing rispetto al secolo scorso sono mutate profondamente e il fenomeno del "trickle down effect" diventa sempre più evidente perché sempre più velocemente vengono sfornati "miti" dalle miriadi di talent show proposti dalle TV. È il momento dei tronisti, degli idoli dei format come Amici, X-factor e grandi fratelli vari, ma ciò non cambia il fatto che un sempre maggior numero di persone necessita di avere degli "idoli della porta accanto". A questo proposito vorrei porre l'attenzione sull'icona che meglio di tutte rappresenta il divismo del 3° millennio nostrano, ovvero Costantino Vitagliano. Cipi ha creato 3 differenti riproduzioni del personaggio che verranno sottoposte al giudizio dei lettori/fans, attraverso un noto settimanale rosa. Le fans potranno così scegliere la versione che preferiscono del personaggio, tra una versione "tutta muscoli" in stile Big Jim, una simpatica caricatura oppure un bambolotto "morbidoso". Tre stili, ognuno però riconducibile alla stessa immagine da utilizzare per svariate attività commerciali in divenire. Potenza della TV, forza del marketing e lungimiranza commerciale. Ai fans l'ardua sentenza!

di Lorenzo D'Isita

http://www.comunicazioneitaliana.it/home/notizie/3807-lo-desidero-lo-voglio-lo-voto-e-me-lo-prendo-nuova-frontiera-marketing-oriented-estremo-o-frutto-del-nuovo-divismo?option=com_content&Itemid=57

Comments
* The email will not be published on the website.